Archivi categoria: film

Perfetti sconosciuti, Paolo Genovese – 2016

 Vado a vedere queste commedie italiane sempre con un po’ di pregiudizio negativo, nel senso che spesso il primo tempo è gradevole, la trama tiene e ci si diverte, poi nel secondo tempo la caduta. Perfetti sconosciuti non si sottrae … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, film, io, lui e lei, vita quotidiana | 1 commento

Yorgos Lanthimos, The Lobster – 2015

The Lobster è un film che divide. Racconta una società in cui non è previsto l’amore al di fuori della coppia. Chi è solo, anche se indipendentemente dalla sua volontà, viene ospitato in un albergo dove uomini e donne, spersonalizzati … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, film, io, lui e lei | Lascia un commento

Cannes

Ho visto i film dei tre italiani a Cannes: bello, così così, brutto. Si accettano pronostici. Non si vince niente, è solo un modo per valutare l’affinità.

Pubblicato in film, io | Lascia un commento

Martedì 13 maggio 18:30, Vicolo Bolognetti 2

Martedì 13 maggio 18:30, Vicolo Bolognetti 2. Se vi sono piaciuti “Io sono Li” e “La prima neve”, se avete voglia di conoscere  Andrea Segre, se volete saperne di più sulla lista Tsipras.

Pubblicato in attualità, film, io | Lascia un commento

Non ce la possiamo fare

Davanti al cinema troviamo una situazione da lavori in corso; entriamo una decina di minuti prima dell’inizio del film, accompagnati dal sonoro dei martelli pneumatici al lavoro nella sala al piano di sopra. Ironizzando, auspichiamo che smettano all’inizio della proiezione. … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, eh?, film | 3 commenti

ancora su Sugar Man

Di Sixto Rodriguez e della sua storia incredibile ho scritto qui. Pochi giorni fa, occasionalmente, scopro che terrà due concerti nel 2014, uno a Bologna e uno a Milano. Lo stesso tam tam che mi ha portato a vedere il … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, film, io, riflessioni | Lascia un commento

Serching for Sugar Man, Malik Bendjelloul – 2012

1970. C’è un uomo che canta la sua vita e quella della working class in un fumosissimo bar di Detroit: canta dando le spalle al pubblico, così che l’attenzione sia tutta e solo sulle sue parole. Qualcuno crede in lui … Continua a leggere

Pubblicato in arte, attualità, eh?, film, io, riflessioni | 3 commenti