Archivi categoria: arte

And the winner is…

Philip Roth e/o Murakami Haruki vinceranno il Nobel per la letteratura quando Leonardo di Caprio vincerà l’Oscar come migliore attore.

Pubblicato in arte, attualità, eh?, io, libri, riflessioni | Lascia un commento

Il Visitatore

di Eric-Emmanuel Schmitt con Alessandro Haber e Alessio Boni, Nicoletta Robello Bracciforti e Alessandro Tedeschi traduzione Alberto Bracci Testasecca, Edizioni e/o Vienna 1938. L’Austria è annessa alla Germania nazista, Freud, già vecchio e malato, è dibattuto fra rifugiarsi a Parigi … Continua a leggere

Pubblicato in arte, attualità, libri, riflessioni | 1 commento

Clôture de l’amour

di Pascal Rambert traduzione Bruna Filippi con Anna Della Rosa, Luca Lazzareschi Anna e Luca discutono della fine del loro amore, con un dialogo fatto da due lunghi monologhi in cui prima l’uno poi l’altra, i protagonisti si ascoltano e … Continua a leggere

Pubblicato in arte, attualità, io, lui e lei, riflessioni, vita quotidiana | 2 commenti

Serching for Sugar Man, Malik Bendjelloul – 2012

1970. C’è un uomo che canta la sua vita e quella della working class in un fumosissimo bar di Detroit: canta dando le spalle al pubblico, così che l’attenzione sia tutta e solo sulle sue parole. Qualcuno crede in lui … Continua a leggere

Pubblicato in arte, attualità, eh?, film, io, riflessioni | 3 commenti

Quelle frasi che mi riconcilieranno (forse) con un brutto libro

Villa neovittoriana, il tè servito all’aperto sotto un platano cresciuto nel bel mezzo di un campo da tennis! L’immagine è tanto più sorprendente in quanto, intorno al platano, il campo di terra battuta continua a esser curato all’antica, bagnato, spianato … Continua a leggere

Pubblicato in arte, io, libri, scuse | Lascia un commento

Opportunità

Non so se la Francia sia davvero un grande paese, lungi da me la finalità di aumentare l’ego – già spropositato – dei francesi, solo vi invito a riflettere su questi due esempi di delocalizzazione. Il 12 dicembre è nato … Continua a leggere

Pubblicato in arte, attualità, eh?, riflessioni, viaggi | 4 commenti

Edward Weston

Il bello dell’arte è che ognuno ci vede quello che vuole. A Modena fino al 9 dicembre, quando volete a Tucson, Arizona.

Pubblicato in arte, attualità, io, viaggi | Lascia un commento