Yorgos Lanthimos, The Lobster – 2015

The Lobster è un film che divide.
Racconta una società in cui non è previsto l’amore al di fuori della coppia. Chi è solo, anche se indipendentemente dalla sua volontà, viene ospitato in un albergo dove uomini e donne, spersonalizzati da abiti uguali per tutti come in un ritorno alle divise da college, hanno 45 giorni di tempo per trovare un compagno. Se falliscono verranno trasformati in un animale a loro scelta. Non si può barare, non si può fingere di essere innamorati, non si può trovare una soluzione di comodo o un amore per interesse. Dev’essere amore vero.
Parallelamente, una società di solitari che vive in un bosco, braccata dagli ospiti dell’hotel per i quali i solitari costituiscono una possibilità di acquistare un bonus-giorni. In questa società flirtare o amoreggiare è punito con altrettanta durezza che l’inganno nell’albergo.
Va da sé che in questa follia collettiva qualcuno violerà le regole.

In The Lobster ci sono 1984, Blade Runner e Melancholia, una bellissima fotografia, intelligenza e un po’ di splatter; ci sono anche momenti in cui viene da ridere e si prova il disagio di farlo fuori luogo.
Un film originale per parlare di amore, qui una bella recensione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attualità, film, io, lui e lei. Contrassegna il permalink.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...