Tangenti? Moralismi assurdi!

In Made in Africa di Raul Pantaleo, il racconto Non è stato un pranzo di gala racconta di quella volta che il governo del Sudan chiese, per interposta persona e non senza mezze frasi e sottintesi, il 5% dell’importo totale dei lavori per la realizzazione della clinica a fronte della sua “consulenza”.
Emergency si dichiara indisponibile, minaccia la sospensione della firma del contratto; il “consulente” sostiene che la percentuale pagata dalle altre organizzazioni per avviare i progetti è molto più alta: dal 10 al 20%. Regola non scritta ma accettata da tutti.
Emergency sospende i lavori, finché non arriva una lettera di chiarimento in cui il governo rinuncia alla commissione per la “consulenza”.
Scrive Pantaleo: L’origine della corruzione sta nel darla per scontata, sta nel trovare normale che il 10% dei costi di un progetto vengano destinati a “consulenze” di varia natura.(…) Non vi è nulla di eroico o di speciale in quello che abbiamo fatto in Darfur, come in tutti i paesi in cui abbiamo lavorato in questi anni: il rifiuto della corruzione è solo una questione di onestà e giustizia.  (…) Se è possibile combattere questa degenerazione in contesti così difficili, perché non è possibile farlo anche in Italia? Mi faccio questa domanda, ma la risposta purtroppo la conosciamo tutti, ed è avvilente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attualità, eh?, letti&riletti, riflessioni, vita quotidiana. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Tangenti? Moralismi assurdi!

  1. arancioeblu ha detto:

    la penso come pyperita, il che non significa che i buoni siano tutti da una parte e i cattivi dall’altra.

    • dinokinda ha detto:

      Comunque resta il fatto che si faccia sempre troppo poco per attrarre nuovi elettori a se’.
      Certo, Berlusconi rappresenta un problema…non pensiamo SIA IL PROBLEMA.

  2. pyperita ha detto:

    E’ che molti italiani la pensano come lui, putroppo Berlusconi ancora non si è ritiratoa vita privata perché sa benissimo che da noi la corruzione, la furbizia, la disonestà e l’illegalità sono valori condivisi.

  3. dinokinda ha detto:

    Credo si sia perso ormai il contatto con la realtà…ognuno può andare in tv e dire quello che gli pare, questo è l’aspetto più avvilente della campagna elettorale. Quanto a Berlusconi…cosa vuoi farci…nulla. Bisogna ignorarlo e chiedersi solamente perchè tanti lo voteranno ancora e, soprattutto, perchè.

    • arancioeblu ha detto:

      Lui è la punta di un iceberg

      • dinokinda ha detto:

        Bisognerebbe davvero capire perchè lo si vota…non solo perchè come dice “pyperita” corruzione, furbizia, disonestà ecc. sono fenomeni dilaganti e condivisi. C’è parecchia parte di elettorato di centro destra (persone dotate di onestà e raziocinio) che non ha trovato purtroppo risposte convincenti in particolar modo a sinistra…altrimenti sarebbero stati disposti a sostenere Bersani. Dovremmo superare la convinzione che ci siano elettori “buoni” e elettori “cattivi” che non vorremmo nel nostro schieramento…Renzi aveva tentato di fare qualcosa di simile.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...