Don’t clean up this blood: la sentenza definitiva.

Commisero violenze indicibili su 93 uomini e donne inermi che dormivano in una scuola autorizzata, la Diaz la notte del 21 luglio 2001.
Calunniarono le vittime, inventarono una resistenza che non c’era mai stata, costruirono false prove portando nella Diaz bottiglie molotov, picconi recuperati in un vicino cantiere, sfilarono le stecche di alluminio dagli zaini dicendo che erano utilizzate come armi.

Oggi la sentenza di condanna, definitiva.
Arnaldo Cestaro, un pensionato pestato a sangue, come tutti gli altri, dice “dopo 11 anni da suddito torno ad essere cittadino”.

Alcuni condannati:
Francesco Garatteri, nel 2001 dirigeva il Servizio Centrale Operativo (SCO), oggi capo dell’Anticrimine della Polizia;
Gilberto Caldarozzi, nel 2001 vicedirettore dello SCO, oggi direttore;
Giovanni Luperi, nel 2001 vicedirettore Ucigos (Ufficio centrale per le investigazioni generali e per le operazioni special), oggi dirigente Aisi (Agenzia informazioni e sicurezza interna);
Vincenzo Canterini, da funzionario a dirigente del reparto Squadra Mobile di Roma;
Spartaco Mortola, nel 2001 capo della Digos a Genova, oggi alla Polfer.
Sillogismo facile facile: aver partecipato alla macelleria messicana ha fatto fare carriera.

Già ho sentito dire che qualcuno di loro farà ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.
Che coraggio (variante elegante della locuzione ‘avere la faccia come il culo’).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attualità, eh?, io, prove, riflessioni, scuse, vita quotidiana. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Don’t clean up this blood: la sentenza definitiva.

  1. lia ha detto:

    La corte europea per i diritti dell’uomo suona come un’istituzione seria. Speriamo in bene.
    Nel frattempo un sospiro di sollievo. Forse.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...