E le stelle stanno a guardare

Pensavo di:
avere forza interiore, sobrietà di gusti e di stile, riservatezza dei modi e di approccio.
Su di me si poteva fare sicuro affidamento nelle emergenze, potevo rivestire compiti di massima responsabilità, con la certezza che avrei risolto i problemi e affrontato ogni prova con grande senso del dovere. Avevo una certa rigidità che non mi consentiva di abbassare la guardia nel contatto con gli altri e di concedermi la gioia di vivere, l’abbandono alle emozioni, e ai desideri e nemmeno quelle piccole civetterie che avrebbero potuto addolcire la mia serietà.
Nella professione riversavo il mio perfezionismo e un’incredibile capacità di applicazione.
Organizzavo. Gestivo, eseguivo di persona ogni incombenza, sia per scarsa fiducia negli altri sia per un insopprimibile bisogno di controllo su tutto quello di cui mi occupo.
Di fatto non mi sentivo a mio agio sul terreno dei sentimenti ma ciò accadeva anche per via della mia inibizione interiore, della mia timidezza, ma celavo un gran bisogno d’amore e di tenerezza e un partner appassionato poteva risvegliare la mia sensibilità e ammorbidire la mia ritrosia.

Invece:
ho una comunicativa brillante e disinvolta che attira immediatamente simpatie su di me e poi questo mio spirito aperto, libero da formalismi, quella mia creatività originale e frizzante, mi fanno sentire a mio agio in ogni situazione.
Sono aggiornata, in linea col tempo e assolutamente estranea a quella mentalità femminile tradizionale che vorrebbe limitare gli orizzonti della donna o riconoscere la dipendenza psicologica o sociale dall’uomo.
Sono ricca di interessi e di talenti, curiosa e abile, so organizzare la mia vita in modo autonomo, rivolgendo solo il tempo e l’attenzione strettamente necessari ai compiti pratici in cui non mi sento valorizzata.
Le mie energie migliori sono rivolte alla cultura, ai viaggi, alle amicizie stimolanti, alle iniziative sociali in cui trovo piena realizzazione di me.
Nonostante la mia grande disponibilità al dialogo e al confronto non sono però una donna riposante: intellettuale, un po’ troppo cerebrale e astratta, ho una vera passione per i problemi da sviscerare, per le analisi psicologiche da approfondire, a non mettermi un freno rischio davvero di perdere di vista quel sano buon senso che potrebbe chiarire le situazioni.
Sono tollerante e priva di gelosia e sospettosità, ma è difficile che mi lasci travolgere dalla passione: posso amare intensamente quando il partner condivide il mio stile di vita e la mia varietà di interessi o quando sa alimentare la mia tenera complicità. Ma le mie emozioni sono vive e profonde, anche se ben controllate. Non tollero prevaricazioni e se ciò accade, non ho alcuna esitazione a riprendermi la mia libertà.

Ossia: un’amica, una di quelle che sostengono che Paolo Fox ci prende, mi dice che ‘le cuspidi’ possono essere di uno o dell’altro segno, a seconda dell’ora in cui sono nate in quell’anno.
Così, ieri sera, a oltre quarant’anni di distanza, scopro che per essere Capricorno avrei dovuto nascere il 20 gennaio entro le 12.15. Ma sono nata alle 13.20, quindi sono Acquario.
Non mi sono ancora ripresa dallo shock (provate voi, è come scoprire di avere un gemello, o di essere stati adottati, o che la vostra squadra del cuore ruba scudetti e partite), ma almeno stamattina in radio hanno detto che l’acquario avrà una giornata da 8, mentre quello sfigato del Capricorno ha preso un misero 5 e mezzo.
Tutto sommato c’è di peggio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in io, vita quotidiana. Contrassegna il permalink.

3 risposte a E le stelle stanno a guardare

  1. lia ha detto:

    Vuoi che ti presti “Sfigology” di Hazel Dixon-Cooper? Ce n’è per tutti, sia per il capricorno che per l’acquario. Leggersi la descizione della donna del sagittario e una mia biografia (ritardi a parte) è praticamente uguale.

  2. Elena ha detto:

    sei davvero impareggiabile! smack!

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...